Cioccolata: benefici per la salute ed effetti collaterali

Coloro che amano la cioccolata possono iniziare  a mangiarla con molta più soddisfazione. Anche in questo caso, come per altri alimenti, c’è molto più di un sapore coinvolgente…

cioccolato

La prima cosa da sapere è che la cioccolata contiene delle sostanze che riescono ad avere un’influenza positiva sui nostri neurotrasmettitori. Questi ultimi sono dei “messaggeri” che si occupano di far comunicare il nostro cervello con il resto del corpo. Questi neurotrasmettitori sono anche in grado di gestire i nostri stati d’animo, influenzare i nostri pensieri, aumentare la nostra energia, incrementare i livelli di attenzione e concentrazione, oppure provocare sonnolenza. In poche parole, sono molto importanti per noi e per il nostro organismo.

Ma cosa c’entra il cioccolato con i neurotrasmettitori?

Abbiamo parlato della cioccolata proprio di recente, dicendo che fa parte dei 6 “cibi della felicità”. Questo perché si tratta di un alimento che contiene delle sostanze (feniletilammina e anandamide) che arrivano al nostro cervello causando il rilascio di alcuni neurotrasmettitori che possono innescare emozioni positive, come ad esempio l’euforia ed appunto la felicità.

Ovviamente, per ottenere questi risultati senza avere problemi di eccessiva assunzione di zuccheri o di altri inutili e spesso dannosi riempitivi, dobbiamo puntare sull’acquisto di cioccolato fondente e cacao amaro, meglio se biologici. Questo perché il cioccolato “commerciale”, e soprattutto quello al latte, comportano molti benefici in meno al nostro corpo, ed in realtà possono anche contenere un’eccessiva quantità di zuccheri aggiunti che non fanno bene alla nostra salute.

Un altro motivo per il quale dovremo scegliere cioccolata e cacao non elaborati, è che questi contengono molti più antiossidanti, utili per rallentare il processo di invecchiamento di ognuno di noi.

Il cacao ed il cioccolato sono dei derivati dei semi di Theobroma Cacao, una pianta il cui nome significa letteralmente “Cibo degli Dei”. Questo perché nel cacao ci sono tantissime sostanze nutritive importanti per noi: proteine, grassi, carboidrati, fibre, ferro, zinco, rame, calcio, magnesio

Il magnesio contribuisce alla costruzione ed al mantenimento di una buona e forte struttura ossea, ed è un rilassante muscolare associato a sensazioni di calma. Il cacao, e quindi anche la cioccolata fondente, è una buona fonte di zolfo, una sostanza che aiuta a rinforzare le unghie ed i capelli e che contribuisce alla loro crescita.

Sappi anche che l’anandamide, una delle sostanze che influenzano i nostri neurotrasmettitori e ci rendono più euforici, è chiamata anche “anfetamina del cioccolato“, ed agisce provocando dei cambiamenti positivi nella pressione sanguigna e nei livelli di zucchero nel sangue, comportando sentimenti di eccitazione ed una maggiore vigilanza. È questa la sostanza che aiuta sia nella prevenzione che nella cura della depressione e, da recenti studi, è stato confermato che è molto simile al THC (tetraidrocannabinolo), una sostanza chimica che si trova nella marijuana.

Tuttavia, non c’è da preoccuparsi in quanto, nonostante le somiglianze strutturali, l’anandamide non provoca gli stessi effetti del THC, e bisognerebbe mangiare circa 12 Kg di cioccolata per comportarsi nello stesso modo di una persona sotto l’effetto del THC… E probabilmente non è umanamente possibile mangiarne così tanto!

A parte questo, il cioccolato contiene molte altre sostanze nutrienti ed utili per noi. Ad esempio, contiene la teobromina, che è un ottimo diuretico naturale ma che è in grado anche di influire positivamente il nostro sistema nervoso, stimolandolo ed agendo in maniera simile alla caffeina. Tuttavia è opportuno non esagerare: un’assunzione eccessiva è paradossalmente in grado di fare l’effetto contrario!

In ogni caso, anche se la cioccolata effettivamente fa bene alla salute, mangiarne troppa potrebbe arrecare dei problemi. Infatti, sebbene il cacao sia ricco di calcio, purtroppo contiene anche l’acido ossalico: una sostanza che interferisce con l’assorbimento di calcio. Questa sua azione negativa viene massimizzata quando si mangia il cioccolato zuccherato e al latte: lo zucchero contribuisce all’espulsione delle riserve di calcio del nostro corpo anche più dell’acido ossalico.

Le dosi giuste

Dopo aver scelto un buon cioccolato fondente bio (più grezza possibile) ed un cacao organico di qualità, il modo migliore per approfittare completamente dei benefici per la salute è non superare i 40 grammi di cioccolato in una giornata, equivalente a 4-6 cucchiaini di cacao amaro.

Naturalmente, il consiglio è di consumarlo preferibilmente a colazione o comunque in mattinata, in maniera tale da sfruttare pienamente il carico di energia che questo alimento può darci, da ravvivare la mattinata ed elevare i nostri stati d’animo soprattutto nei momenti in cui si desidera rimanere produttivi.

Bisogna sempre ricordare che, come ogni cosa, troppa cioccolata ha i suoi effetti collaterali. Solitamente questi derivano da un’eccessiva stimolazione del sistema nervoso centrale, che può farci sentire molto attivi per un po’ e poi improvvisamente assonnati!

Oltretutto.net Advertising & Guest Post Program