“Inferno a Milano – La nota nella nota” di Giovanni Nebuloni: un libro che ti porta con sé…

Una donna, un gruppo di sicari russi e tanta azione. Questo è in poche parole quello che possiamo dire dell’action-thriller Inferno a Milano. La nota nella nota”, il nono romanzo di Giovanni Nebuloni… Ma la verità è che questo scrittore non può mai essere raccontato in poche parole…

inferno-a-milano-la-nota-nella-nota

La nota nella nota”, una storia nella storia. Più di una storia, tante storie di più vite che s’intersecano. Di alcune di esse possiamo avere solo un piccolo assaggio, mentre di altre possiamo quasi toccarne l’animo e capirne il carattere al punto che ci sembrerà quasi di conoscerle.

Anche stavolta, si tratta di uno scritto basato sul Fact-Finding Writing: una corrente letteraria fondata proprio da Giovanni, che mira a raccontare i fatti, mescolando un po’ di fantasia con la realtà… è una scrittura conoscitiva che permette sia a chi scrive che a chi leggere di conoscere qualche verità nascosta, ma anche di vederla.

“Vederla?”… Sì è così. Infatti, “Inferno a Milano. La nota nella nota” è un action-thriller che si muove davvero: ogni pagina è come uno schermo pieno di immagini che scorrono senza uno stop. All’interno di esse possiamo vedere una un’entità straniera che mette a rischio il normale caos della città di Milano. Un’organizzazione russa potrebbe forse conquistare il mondo silenziosamente… iniziando da viale Regina Margherita?

In questa zona residenziale, questa confraternita entra in un elegante e lussuoso edificio dove al suo interno ci sono guardie, un padre anziano e due figli che stanno pianificando il suo omicidio.

La strage non attende ad accadere, ma non per mano dei due eredi. Il gruppo di russi arriva prima che i due possano mettere in atto il loro piano. Tuttavia, non basta sparare ai padroni di casa: qualcosa va storto e il leader degli intrusi assassini professionisti decide di nascondere ogni prova grazie a un potente incendio.

Plateale e rumoroso, il fuoco divampa e avvolge l’edificio ma, mentre il russo esce dalla casa, s’imbatte in una volante della polizia. Spara al guidatore che per perde la vita e, dopo aver visto l’auto rigirarsi in un grave incidente, si ritrova davanti al volto di Livia Ferrari, la giovane poliziotta seduta sul sedile del passeggero. Lei è viva e praticamente illesa. L’uomo non la uccide, ma decide di farle perdere solamente conoscenza per un po’. Insieme al suo collega, Livia stava svolgendo alcune indagini relative ad alcune particolari compravendite immobiliari e di società, a Milano e in tutta la Lombardia.

Da quell’incidente e dall’incendio dell’edificio, l’azione all’interno di ogni pagina si fa sempre più emozionante. Quattro giorni intensi racchiusi in un libro, “la nota nella nota”… la storia nella storia. Da Milano, le parole di Giovanni Nebuloni ci portano a Tula, una città situata a circa un centinaio di chilometri da Mosca, e in una caverna in periferia che nasconde segreti ed alcuni misteri. Confraternite, sette russe antiche, riti e note: tante immagini e sensazioni che ritorneranno poi verso Milano…

Dopo un viaggio immaginario, sono rimasta in bilico tra la realtà e l’immaginazione e penso che questo libro sia trascinante e che porti il lettore in una dimensione parallela. Leggendo questo libro ti fai delle domande, segui i passi dei personaggi e vedi quello che succede in un’immagine senza fine.

Dopo aver letto l’altro romanzo dell’autore “Nel nome dell’Universo” (2015), mi sono ritrovata immersa in “Inferno a Milano. La nota nella nota” e sono convinta che forse è ancora più coinvolgente del precedente. Due romanzi diversi per un autore che scrive delle storie uniche e capaci di trascinarti in un vortice nel quale non riesci più a distinguere quale sia la realtà e quale sia la fantasia.

Trovi Inferno a Milano – La nota nella nota di Giovanni Nebuloni nelle migliori librerie, negli store online e, ovviamente, sul sito della casa editrice 13Lab.

A presto… con un altro libro!

Oltretutto.net Advertising & Guest Post Program