Il merlo: il simpatico volatile di campagna e di città

Ho deciso di parlare del merlo perché mi ricorda mio nonno. Quando ero piccolo lui ne aveva uno e lo aveva allevato a mano. So che non si tratta del classico animale domestico, ma a mio nonno non importava e lo curava come un figlio.

Il suo merlo fischiava in modo fantastico e adorava quando gli davano le olive e le mele… Addirittura, si faceva fare anche il bagno! Offrirono dei soldi a mio nonno per darlo via, ma lui non lo avrebbe mai venduto. Come si fa a dar via un animale al quale ti sei affezionato? Alla fine, gli volevamo tutti un gran bene!

Adesso, purtroppo, mio nonno non c’è più, ma a me è rimasta la sua passione e ho deciso di ricordarlo condividendo questa piccola storia, sperando di suscitare anche in voi qualche ricordo che possa strapparvi un sorriso, anche se con un piccolo alone di tristezza.

Ma ora andiamo a scoprire alcune curiosità su questo splendido volatile 🙂

Il merlo è un uccello comune che possiamo vedere non solo nelle nostre campagne, ma anche in città, nei parchi e nei giardini. Praticamente è quasi ovunque. Ma cos’ha di particolare questo volatile? Iniziamo, cercando di capire come si distingue il maschio dalla femmina…

Il maschio è quello che conosciamo molto bene: ha un piumaggio di colore nero con il becco giallo. La femmina è invece molto diversa. Infatti, l’avrete vista molto spesso, ma forse non avevate pensato che anche lei è un merlo! È di colore bruno scuro con il becco bruno.

Eccoli! 🙂

merlo

L’avreste mai detto che la femmina del merlo è così diversa? Molti rimangono sorpresi da queste differenze!

Per entrambi, le dimensioni sono di circa 26-28cm, mentre il loro peso varia dagli 80 ai 120 grammi. Questo volatile si nutre di un po’ di tutto: ama la frutta (es. ciliegie, uva, fragole, fichi e susine), ma anche gli insetti e, in particolare, i lombrichi, i ragni e i millepiedi. Costruisce il suo nido nelle siepi e sugli alberi, attrezzandosi abilmente con muschio, foglie, rametti e erbe varie.

Questi amici piumati si riproducono circa due o tre volte l’anno, solitamente nel periodo che va tra marzo e giugno. Depongono 4-6 uova di colore azzurro-grigio. A covarle è soprattutto la mamma, ma occasionalmente anche il papà le dà una mano.

uova merlo

Dopo circa 14-15 giorni, vengono alla luce i piccoli merli 🙂

piccoli merlo

Una volta nati, i piccoli merli saranno autonomi dopo circa 14-15 giorni.

A presto con altre curiosità! 😉

 

Daniele

Oltretutto.net Advertising & Guest Post Program