Nuovo arrivo allo Zoo di Daniele: il passero del Giappone

Eccomi qua, per presentarvi un nuovo arrivo dello zoo… Il passero del Giappone! 🙂

1

Le sue dimensioni sono di circa 10-12 cm, compresa la coda. Esisistono varie mutazioni e quella più comune, come possiamo vedere dalla foto sopra, è di colore marroncino scuro sulla parte superiore e sulle ali, e marronciono chiaro sul petto. Ha un bel becco tozzo di colore grigio-nero.

Purtroppo, non si riesce a distinguere il maschio dalla femmina dal piumaggio, come capita con altri volatili, ma l’unico modo è sentire se canta o aspettare che faccia le uova.

Il passero del Giappone non esiste in natura: è stato creato dell’uomo incrociando varie specie di Lonchura (Tipo di uccello appartenente alla famiglia degli Estrildidi). In generale, posso dirvi che è un uccello molto docile e può convivere benissimo con altri tipi di uccelli, naturalmente dove possibile. I miei li ho alloggiati insieme alle tortore diamantine, anche perché si nutrono dello stesso cibo, ovvero misto per esotici. L’alimentazione va integrata con frutta e verdura e del pastoncino.

2

Passeri del Giappone e tortore 🙂

 

Il passero del Giappone viene usato come balia, grazie alle sue doti di ottimo genitore. Infatti, molti allevatori li utilizzano per fargli covare le uova di altre specie più delicate, come ad esempio i Diamanti di Golud. Io li ho presi solamente perché mi piacciono! 🙂 .

Infine, sappiate che questo uccellino è molto facile da allevare e vi darà davvero molte soddisfazioni. Ve lo consiglio vivamente se volete iniziare un’esperienza con dei volatili.

A presto con nuovi arrivi 😉

Oltretutto.net Advertising & Guest Post Program