Perché non dovremmo mai schiacciare un millepiedi?

Anche se ci mandano fuori di testa, soprattutto quando corrono così veloce, quelli che chiamiamo millepiedi non andrebbero mai schiacciati… o almeno questo è quello che ci suggeriscono gli esperti. Sì, certamente, alla fine li schiaccerete o, meglio, cercherete di mandarli fuori di casa senza ucciderli, ma è bene sapere perché risultano così preziosi per le nostre abitazioni…

millepiedi

Con origini nel Mediterraneo, il noto millepiedi è un abile cacciatore notturno, che incontriamo più frequentemente in scantinati umidi, nei bagni e, ovviamente, all’aperto. Lo chiamano anche centipede ma, in realtà ha “solo” 15 paia di zampe e quindi 30, non 100 e neanche mille. Le due zampe anteriori sono usate come “zanne”, che gli servono per iniettare il veleno nelle sue vittime… che non siamo noi! Infatti, anche se appare così inquietante e fa urlare molte persone, quelle zanne sono troppo deboli per forare la pelle umana. Gli altri arti gli consentono invece di correre ad una incredibile velocità, per scappare da noi esseri umani, ma anche per catturare gli altri insetti. Per cacciare, usa persino una tecnica particolare: può auto-amputarsi le gambe per distrarre i predatori!

Secondo gli esperti, il millepiedi (Scutigera coleoptrata) dovrebbe essere ringraziato e non soppresso o espulso dalle nostre case. Questa gratitudine, che dovremmo mostrare a questo particolare insetto più veloce di Speedy Gonzales, è dovuta al fatto che si tratta di un benefico predatore e che le sue prede sono principalmente… gli scarafaggi, i pesciolini d’argento e le termiti. Si occupa inoltre di larve di varie specie.

Il millepiedi sarebbe perciò un eroe incompreso, che tiene sotto controllo la proliferazione di insetti e parassiti: spinto da un alto tasso metabolico, un solo esemplare ha la capacità di decimare un numero incredibile di prede… Insomma, è davvero molto utile, in particolare a noi e alle nostre case! Cosa farete adesso? Lo schiaccerete ancora? Sicuramente, rimandarlo all’aria aperto (sempre se riuscirete a prenderlo…) è la soluzione migliore!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *