Climatizzatori: come risparmiare sulla bolletta senza rinunciare al comfort

Quelle relative alla corrente elettrica sono senza dubbio tra le utenze domestiche che più pesano sul bilancio familiare, di conseguenza è importante riuscire a risparmiare, senza ovviamente rinunciare al comfort.

Tra gli articoli tecnologici che implicano maggiori consumi rientra il climatizzatore, dispositivo assolutamente fondamentale per il comfort domestico durante i mesi più caldi dell’anno, di conseguenza rispettare dei comportamenti virtuosi nella sua scelta e nel suo utilizzo può sicuramente garantire un risparmio economico tutt’altro che indifferente.

Scopriamo subito, dunque, quali possono essere dei suggerimenti preziosi in tale ottica.

climatizzatori

Non rinunciare alla manutenzione

Anzitutto è fondamentale manutenere correttamente il dispositivo, un aspetto che in troppe occasioni viene trascurato.

Affidare il climatizzatore a un tecnico con la dovuta periodicità comporta un costo, è innegabile, ma un climatizzatore che non è gestito correttamente tende a consumare molto di più, senza trascurare che può rendere meno salubre l’aria che viene respirata.

Evitare di impostare una temperatura troppo bassa

Un consiglio semplice, ma non per questo meno importante, è quello di evitare di impostare il climatizzatore con temperature troppo basse: un’impostazione tra i 21° e i 26° va più che bene per evitare di soffrire il caldo e non c’è davvero alcuna ragione di ricreare un freddo eccessivo, anche in considerazione del fatto che gli sbalzi termici troppo marcati non sono affatto salutari.

Restando in argomento, può essere una buona scelta quella di comperare un climatizzatore dotato di inverter: tali modelli consentono infatti di impostare una temperatura e di mantenerla costante regolando autonomamente, in tale ottica, lo spegnimento e la riaccensione.

Non ostacolare immissione d’aria del dispositivo

Affinché un climatizzatore possa funzionare al meglio non dovrebbe mai trovare “ostacoli” nella sua immediata prossimità, di conseguenza è sicuramente una buona regola quella di non collocare dinanzi all’unità interna del dispositivo delle piante, dei mobili o quant’altro potrebbe rendere meno agevole il suo funzionamento.

È ovviamente una buona regola quella di ricordare sempre di spegnere il climatizzatore non appena si abbandona una stanza, e non può che essere positivo, per evitare gli sprechi, dotare l’abitazione di un sistema domotico.

Cogliere i vantaggi garantiti dalla domotica

I sistemi domotici consentono di gestire in modo centralizzato, utilizzando uno smartphone o qualsiasi altro dispositivo connesso ad Internet, sia i climatizzatori che altri elementi tecnologici della casa, e ciò favorisce l’efficienza in modo davvero importante.

Basta un semplice click per accendere e spegnere un climatizzatore anche da remoto, e questa è una grandissima comodità, allo stesso tempo un impianto domotico consente anche di programmare in modo minuzioso le varie accensioni, escludendo così qualsiasi spreco.

La realizzazione di un sistema domotico casalingo comporta dei costi, ma anche in questo caso può essere intesa come un vero e proprio investimento del quale è possibile rientrare nell’arco di breve tempo tramite la riduzione dei consumi.

Scegliere dei climatizzatori efficienti

Il discorso è analogo per quel che riguarda la scelta di un climatizzatore: se si ha la necessità di acquistare un dispositivo nuovo, non può che essere preferibile comperare dei modelli appartenenti ad una classe energetica molto elevata.

Il loro costo può essere più alto rispetto ai modelli meno efficienti, ma il risparmio energetico che sapranno garantire li rende senza alcun dubbio l’opzione preferibile.

Valutare sia climatizzatori fissi che portatili

Ultimamente si stanno affacciando sul mercato i climatizzatori portatili, dei modelli che possono essere trasportati con la massima semplicità e che possono quindi refrigerare diversi ambienti in relazione alle esigenze del momento.

L’acquisto di un climatizzatore portatile può essere interessante se si vuol cogliere la possibilità di refrigerare qualsiasi ambiente in modo flessibile, inoltre questa soluzione consente di risparmiare in quanto evita di dover realizzare delle opere murarie, necessarie invece per l’installazione di climatizzatori fissi.

Per contro, però, va considerato anche il fatto che i climatizzatori fissi sono preferibili sia a livello di performance che di consumi, dunque bisogna soppesare anche questo nel compimento della propria scelta.

Scegliere la fornitura energetica più vantaggiosa

Se si vogliono ridurre al minimo i consumi energetici correlati all’utilizzo del climatizzatore e non solo, inoltre, non bisogna considerare neppure la scelta del fornitore di elettricità.

Anche per quel che riguarda le forniture elettriche, infatti, oggi vige il libero mercato, di conseguenza è sicuramente un’ottima idea quella di orientarsi verso le proposte più convenienti.

Nel compimento di questa scelta può rivelarsi ben più che un semplice aiuto la consultazione di siti web che comparano le varie opzioni disponibili, come è il caso di Taglia La Bolletta, il cui in indirizzo è TagliaLaBolletta.it.

Su questo sito si possono conoscere nel dettaglio non solo le tariffe, ma anche le peculiarità dei servizi proposti dalle società del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *