Figli dello stesso fango: Daniele Amitrano e il suo nuovo romanzo in uscita

«Non importa se non riesci a parlare, a me basta ascoltare un tuo silenzio…»

Oltretutto.net ha il piacere di presentarvi (sempre se già non lo conoscete) Daniele Amitrano, uno scrittore che con le parole costruisce sempre nuove realtà.

12506823_10205629467155382_1479033763_nDaniele nasce a Formia (LT) il 14 febbraio del 1982. E’ sposato e ha due figli. Maresciallo ordinario dell’esercito, lavora attualmente per il Nizza Cavalleria (1°) di stanza a Bellinzago Novarese (NO). Diplomato in ragioneria nel 2000, consegue la laurea in Scienze Organizzative e Gestionali nel 2006 e una seconda laurea in Scienze politiche nel 2013. La passione per la scrittura lo porta a pubblicare due raccolte di poesie tra il 2005 e il 2007. Nel 2006 la poesia “Nel tuo respiro” tratta dalla prima pubblicazione ha vinto il premio letterario Canto e Disincanto. Nel 2009 la poesia “Tra delicatezza e dramma (urlo di madre)” ha vinto il premio letterario “Il volo di Pegaso”. Nel 2015 la poesia inedita “Ritratto della mia terra” vince il premio letterario “Baia di Monte d’Oro”.

A breve, la casa editrice 13Lab Editore di Milano pubblicherà il suo nuovo romanzo intitolato “Figli dello stesso fango”. Leggendo tra le pagine vi imbatterete in una storia avvincente ed emozionante. Qualche anticipazione? Accontentati!

Una telefonata misteriosa annuncia ad Andrea una morte di overdose. Lui, un giovane e affermato giornalista residente a Milano, decide di tornare nel suo paese dopo circa dieci anni. Il ritorno nella casa dove ha vissuto la sua adolescenza lo fa affondare nell’oscurità del tempo passato e rivivere eventi quasi del tutto dimenticati. Il percorso nel ricordo lo riporta alla fine degli anni novanta. Nel suo flashback ripercorre varie tappe fondamentali: il dramma della malattia del fratello Maurizio, afflitto da schizofrenia; il primo amore tradito; la sua comitiva di un tempo: la Fossa; la ricerca di una via d’uscita dalla monotonia della piccola realtà di provincia e il fascino dei ragazzi più grandi che appaiono imbattibili e rispettati da tutti; la ricerca del prestigio sociale attraverso falsi miti generazionali, come la droga e la violenza; le leggi non scritte del branco. La cecità delle istituzioni e la disattenzione familiare acuiscono ancor di più la precarietà emotiva e psicologica dei protagonisti del romanzo. E’ un periodo di ribellione e di assoluta sete di libertà che induce il protagonista e i suoi amici a un escalation di eventi che li condurrà sull’orlo del baratro. Qualcuno cadrà, qualcuno riuscirà a restare in piedi. Quando Andrea scopre che è uno dei suoi carissimi amici ad aver perso la vita, inizia la sua personalissima indagine. Sa che qualcosa del passato è legato a quella tragica morte. Incontrando gli amici d’infanzia, il giornalista scopre che la droga è sempre il filo conduttore degli eventi ma non è la sola protagonista che porterà all’epilogo inaspettato e drammatico…

 

Figli dello stesso fango di Daniele Amitrano uscirà a breve (intorno alla fine di gennaio) nelle migliori librerie, sul sito di 13Lab Editore e in tutti gli store presenti online. Noi di Oltretutto non vediamo l’ora di leggerlo… e voi siete curiosi??

A presto!!

Oltretutto.net Advertising & Guest Post Program