Fare biglietti da visita professionali: gli elementi da non sottovalutare

Il biglietto da visita è un elemento importante per un professionista, un imprenditore e per qualunque impresa o azienda. Diventa parte della prima impressione fatta ai clienti e, per questo, merita una particolare attenzione durante la sua realizzazione. Fare dei biglietti da visita professionali non è un lavoro da poco, ma è un processo che vede come protagoniste le arti grafiche di oggi, che si uniscono con quelle di ieri.

Infatti, ogni tipografia a Milano, a Roma e nel resto d’Italia può produrre dei validi biglietti da visita, ma i migliori sono caratterizzati da differenti e rilevanti peculiarità. Infatti, la scelta della carta è importante, ma è necessario sapere come valorizzarla.

Per questo, è importante trovare una valida tipografia vicina al proprio domicilio. Noi di Oltretutto ne abbiamo trovata una che si occupa di arti grafiche con passione, dedizione ed elevate competenze, utilizzando la migliore carta e tecniche innovative… e siamo ampiamente soddisfatti! Con queste premesse, oggi parliamo di biglietti da visita professionali, delle loro principali caratteristiche e di ciò che li rende importanti e, soprattutto, particolarmente efficaci.

Il biglietto da visita di ieri e quello di oggi

Il biglietto da visita nacque in Francia nel 1700, ma si diffuse nella nostra Penisola solo tra il 1730 e il 1750. I primi bigliettini erano cartoncini molto semplici, con i dati personali scritti a mano. Con il tempo, naturalmente, le cose sono cambiate e siamo passati alla stampa… fino ad arrivare alla stampa che conosciamo oggi. Perciò, di strada ne abbiamo fatta. La tecnologia è stata in grado di fare la differenza e di trasformare le arti grafiche in un qualcosa di complesso, che unisce la creatività e le potenzialità umane con le possibilità offerte dai macchinari moderni.

Oggi più che mai, fare dei biglietti da visita professionali è importante: un prodotto efficace accompagna il proprietario negli affari, nei colloqui e in qualunque incontro di lavoro, facendogli fare un’ottima impressione agli occhi di clienti e collaboratori.

Pertanto, per realizzarli servono attrezzature e competenze, che ogni tipografia a Milano e in tutta Italia possiede, ma anche professionalità, buon gusto e creatività: un biglietto da visita, se fatto come si deve, non passa inosservato e permette a chi lo guarda di ricordarsi della persona dalla quale lo ha ricevuto.

Le informazioni di contatto dovranno essere scritte con attenzione, senza errori e con il giusto font. Non dovranno mancare i dati personali e neanche elementi come la mail, la professione, il numero di telefono. Al giorno d’oggi, si parla inoltre di QR Code, che vengono stampati sul biglietto e che accompagnano su un determinato sito web, rendendo il tutto molto più “tecnologico”.

Le caratteristiche di un biglietto da visita professionale

Come dicevamo prima, le arti grafiche di ieri si uniscono con quelle di oggi, proponendoci molto di più di quello che possiamo aspettarci, dai formati ai font, dalla carta alle rifiniture. Tuttavia, per fare biglietti da visita professionali, è importante ricordare che la qualità va messa al primo posto e deve andare a pari passo con la personalizzazione.

È opportuno selezionare il giusto tipo di carta, optare per la grammatura ottimale (la più consigliata è di 300 – 350 gr/mq) e studiare il design del biglietto, al fine di conferire a esso un aspetto elevatamente professionale. Molti esperti di arti grafiche consigliano di usare un cartoncino opaco, anche se un cartoncino lucido o un’eventuale plastificazione risultano comunque adatti nei casi in cui, al momento della consegna al cliente, non sia necessario scrivere a mano sul biglietto e/o apporci dei timbri.

La personalizzazione è praticamente infinita. Tuttavia, l’aspetto grafico, dai colori al font, andrebbe studiato accuratamente, affidando la realizzazione dei propri biglietti a una tipografia a Milano e in qualunque altra zona, che faccia delle arti grafiche il proprio pane quotidiano.

Infatti, non è un gioco: la scelta dei font più professionali è fondamentale, così come le giuste dimensioni dei caratteri e del biglietto stesso, gli abbinamenti dei colori, il bilanciamento fra varie aree da riempire…

La grafica professionale è creatività, ma anche un mix di equilibrio e simmetria da non sottovalutare. Scegliendo i professionisti giusti, sarà possibile trovare tutto questo e avere la certezza di poter consegnare dei biglietti d’impatto e di alta qualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *