La vitamina D è importante eccome!

La vitamina D è una di quelle sostanze nutritive che troviamo in pochissimi alimenti. Purtroppo, soprattutto nella stagione invernale, sono molti coloro che devono contrastarne (spesso inconsapevolmente) la carenza. Come ben sappiamo, sono proprio i raggi del sole a permettere al nostro corpo di elaborarla. Quando ne abbiamo abbastanza, è più facile tenere alla larga l’osteoporosi e favorire la salute delle ossa. Tuttavia, ci sono anche altri benefici da non sottovalutare. Andiamo a vedere quali sono.

Le ricerche parlano chiaro

Secondo numerose ricerche, la vitamina D è un toccasana anche per il sistema immunitario.  Non a caso, nel 19esimo secolo, la tubercolosi venne trattata anche grazie all’esposizione alla luce dei raggi solari. Questi ultimi permettevano all’organismo dei malati di sintetizzare la vitamina D, che a sua volta stimolava le difese immunitarie.

Recentemente si è scoperto inoltre che la presenza di questa vitamina può ridurre il rischio di malattie autoimmuni e di infezioni respiratorie. In genere, chi non riesce a fare il pieno di questa sostanza nutritiva è più soggetto alle infezioni e a diversi tipi di malanni e patologie.

Facciamo una scorta di vitamina D

In determinati periodi dell’anno o della nostra vita risulta ancora più importante fare un carico di vitamina D. Pertanto, non appena possiamo, dovremo esporci alla luce dei raggi solari. Sono proprio i raggi Uv-B a favorire la produzione di vitamina D3 (colecalciferolo). Questa viene poi convertita dal corpo in altre sostanze. Una di queste è il calcitriolo, perfetto per rafforzare e stimolare il sistema immunitario.

Chiaramente, però, non possiamo passare troppo tempo al sole, neanche nei miti mesi primaverili. Perciò, a volte è utile fare affidamento agli integratori naturali, prediligendo sempre e solamente quelli di notevole qualità.

La vitamina D negli alimenti e altri consigli

La vitamina D è presente anche nel salmone, nei latticini, nelle uova e nei funghi. In questi ultimi si trova però la vitamina D2, mentre negli alimenti di origine animale è sempre presente la D3, ovvero la tipologia di vitamina D sintetizzata dal corpo umano.

In ogni caso, è determinante non superare il fabbisogno di vitamina D: in dosi elevate può comportare la formazione di depositi di calcio all’interno dei tessuti molli e altri tipi di problematiche. Per questi motivi, è utile non esagerare e prediligere sempre integratori validi. Con la giusta attenzione, si potrà solamente gioire degli importanti benefici proposti dalla vitamina D! Che aspettate allora? Iniziate subito a fare il pieno!