Le donne sono più infelici degli uomini? Sì, ma…

Una vita sempre più frenetica e fitta di impegni, tra casa, famiglia, lavoro, figli rendono sempre più faticosa la giornata di una donna. Probabilmente, proprio per questo motivo e stando ai risultati di uno studio inglese condotto dall’istituto NHS (il servizio sanitario nazionale britannico), le donne presentano un livello di felicità inferiore a quello degli uomini. Questo livello di felicità risulta invece in crescita con l’età anziana, grazie ad una salute migliore rispetto ai coetanei maschi e ad una mente sgombra di impegni e responsabilità… A quel punto, la donna gode finalmente di maggiore relax!

L’infelicità è donna? Giovani donne già insoddisfatte!

I risultati del progetto condotto dai ricercatori inglesi hanno dimostrato che, tra le giovani donne con un’età compresa tra i 16 e i 24 anni, circa il 28 % di loro soffre di problemi psicologici, rispetto ad una percentuale nettamente inferiore, attorno al 16 %, per i coetanei dell’altro sesso. In questa fascia di età, tra le giovani donne, è molto diffuso infatti il ricorso a farmaci o appuntamenti dallo psicologo per affrontare problematiche legate ad un senso di generale insoddisfazione della propria vita, che sembra invece essere molto più attenuato nei maschi. Con l’aumentare dell’età, questo dato sembra diventare addirittura più preoccupante con una percentuale di donne insoddisfatte che sfiora il 30% nella fascia di età tra i 45 e 54 anni, probabilmente con il periodo che va dalla giovane età dei figli fino alla loro autonomia dai genitori.

La serenità della vecchiaia…

È solamente con l’avanzare dell’età che le donne sembrano acquisire una maggiore soddisfazione per la propria vita e quindi più felicità. A conferma di ciò, è il fatto che, una volta raggiunti gli 85 anni di età, la percentuale di donne con problemi legati all’umore cala in modo significativo, soprattutto se vedove!

Caffè verde (Svetol®) + Tè verde Chitosano

In conclusione, gli uomini sembrano avere una vita più felice e soddisfacente rispetto alle donne, grazie al minor numero di preoccupazioni sulle quali disperdono le loro energie. Con il passare del tempo, però, è la popolazione femminile ad avere la meglio…

Questo studio la dice lunga e non capiamo bene se si tratta solamente di una ricerca che vuole dirci la verità o se lo scopo è quello di rattristare ancor più le donne o se invece vuole dar loro una scossa…  Ma prendiamola così: spetta solamente a noi mettere al bando queste tristi statistiche, scegliendo di essere felici e facendo di tutto per esserlo, nonostante lo stress, le responsabilità e i problemi quotidiani! Non si può di certo aspettare la vecchiaia per essere veramente felici!