Traslochi eseguiti con elevatori: cosa c’è da sapere

Se si ha la necessità di organizzare un trasloco relativo a un appartamento situato a un piano alto è fondamentale rivolgersi a una ditta che sappia rispondere a quest’esigenza in modo specifico.

Mentre per un immobile ubicato a pian terreno il lavoro fisico degli operatori può essere più che sufficiente per spostare il mobilio, includendo anche gli elementi d’arredo più pesanti e ingombranti, in un appartamento situato a un piano alto non è lo stesso.

I mobili più impegnativi non possono essere spostati attraverso le scale, tantomeno entrerebbero in un ascensore, di conseguenza è indispensabile rivolgersi a delle aziende di traslochi che possano eseguire il loro servizio utilizzando un elevatore.

traslochi

Elevatori: cosa sono e qual è la loro importanza

Gli elevatori per traslochi sono sostanzialmente dei mezzi dotati di una piattaforma che può raggiungere anche un’altezza considerevole: è proprio su tale piattaforma che gli addetti collocheranno i mobili in modo che possano “viaggiare” direttamente dal balcone dell’abitazione verso la strada, e viceversa.

L’utilizzo di un elevatore, in realtà, è opportuno anche laddove nell’appartamento in questione vi siano esclusivamente dei mobili che potrebbero essere trasportati anche attraverso le scale: disporre di un mezzo come questo, infatti, rende le operazioni molto più rapide ed efficienti.

Cosa dovrebbe contraddistinguere un buon elevatore

È evidente che questi veicoli hanno un ruolo importantissimo in operazioni di questo tipo, dunque devono essere impeccabili dal punto di vista tecnico.

È molto importante che la piattaforma possa sostenere senza problemi un peso considerevole, inoltre è fondamentale che al veicolo venga garantita la dovuta stabilità.

Dal momento che, come detto, le piattaforme di questi mezzi possono ritrovarsi ad operare a decine di metri dal suolo, questi veicoli sono inevitabilmente esposti al rischio di squilibri, proprio per questa ragione è fondamentale che la ditta di traslochi utilizzi mezzi attrezzati con stabilizzatori e piastre di appoggio per stabilizzatori, come quelle disponibili in e-commerce specializzati quali Giffi Market.

Cosa c’è da sapere su questo tipo di traslochi

Un aspetto che merita di essere sottolineato per quel che riguarda l’effettuazione di traslochi con elevatore, corrisponde al fatto che operazioni di questo tipo implicano il pagamento di un permesso di occupazione del suolo pubblico.

L’importo varia da città in città, inoltre prima che le operazioni vengano compiute deve essere esposta un’apposita segnaletica almeno 48 ore prima dell’effettuazione di tali operazioni.

Qualora il trasloco richieda l’occupazione di spazi condominiali, come può essere ad esempio un cortile, deve essere richiesto un permesso in forma scritta all’amministratore di condominio ed è inoltre necessario avvisare tutti i condomini.

Ovviamente chi richiede a una ditta di traslochi un servizio di questo tipo non deve preoccuparsi in prima persona di tali aspetti: conoscerli è interessante sul piano prettamente informativo, ma è in tutti i casi l’azienda incaricata a provvedere a tutte le esigenze burocratiche e al rigoroso rispetto delle normative vigenti.

Preventivi e costi del trasloco

Nel momento in cui si richiede un servizio a una ditta di traslochi è fondamentale che la medesima presenti il suo preventivo in modo chiaro e, preferibilmente, senza impegno.

La trasparenza nei confronti del cliente è sicuramente molto importante per servizi di questo tipo, e deve essere escluso nel modo più categorico che un privato o un’azienda si ritrovi a pagare cifre eccedenti rispetto a quanto gli è stato preventivato.

I costi di un trasloco eseguito utilizzando un elevatore varia sulla base di diversi aspetti, come ad esempio il numero di ore per cui ne è previsto l’utilizzo, le dimensioni, l’ampiezza della sua piattaforma.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *