I bambini mangiano poco? Non preoccupatevi!

Sei una mamma e sei preoccupata perché il tuo bimbo o bimba non mangia quanto vorresti? Succede. Siamo mamme. La preoccupazione si installa nel nostro DNA non appena vediamo la prima ecografia e ci rendiamo conto che c’è davvero un battito in più all’interno del nostro corpo! Non preoccuparti troppo però. I bambini mangiano poco? Gli esperti hanno una risposta anche per questo…

bambini che non mangiano

Certamente la quantità e la qualità dell’alimentazione di un bambino sono importanti, così come l’educazione alimentare. Ma spesso non è facile assicurarsi che tutto questo vada per il verso giusto, e possiamo stare in pensiero per la salute e la crescita dei nostri bimbi.

Tuttavia, i bambini che mangiano poco potrebbero volerci comunicare qualcosa. Il pediatra potrà dare dei consigli a livello nutrizionale, ma quasi sicuramente non dobbiamo preoccuparci troppo: essere apprensive potrà peggiorare la situazione perché il bambino potrebbe accentuare il problema per attirare di più la nostra attenzione.

In alcuni casi, prima di metterci in allarme, bisognerebbe accettare che il bambino potrebbe avere meno appetito. A volte lo facciamo anche noi: l’estate ed il caldo, ad esempio, sono i periodi in cui spesso abbiamo meno fame.

Ad ogni modo ci sono delle strategie che potremmo mettere in atto per contrastare il problema dei nostri bambini che mangiano poco.

Innanzi tutto possiamo provare con menu variabili. Questo può stimolare sia i sensi che l’appetito. Inoltre potremo provare a dare responsabilità al bambino. Ad esempio potremo cucinare con loro oppure farci aiutare a piantare delle verdure nell’orto (se c’è la possibilità). Questo li renderà più propensi a mangiare, anche perché saranno orgogliosi di quello che hanno fatto.

Per i bambini che mangiano poco, si potrebbe anche tentare di invogliarli decantando il cibo: tante persone dicono che è buono… Perché non dovrebbe esserlo davvero?

Tuttavia, quando si tratta di cibo e bambini, potrebbero esserci anche altri fattori da non sottovalutare. Infatti, gli esperti dicono che il cibo ha in qualche modo un valore affettivo: è come un dono da parte di una mamma ed il rifiutarlo potrebbe anche voler dire che ha qualche problema con lei. Forse passi troppo poco tempo con lui o lei? Potrebbe anche essere una sua ripicca se non gli è stato comprato qualcosa che voleva.

I bambini che mangiano poco potrebbero quindi usare questo atteggiamento per richiedere delle attenzioni in più dal genitore…

In ogni caso, la soluzione migliore è non preoccuparsi troppo e dare al proprio figlio tutto l’amore e il tempo possibile. Se le cose non cambiano, il pediatra avrà modo di consigliare una strada specifica per ogni caso… Ma non allarmarti subito, mi raccomando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *