Conoscete la carambola? Ecco le proprietà del frutto a stella

Avete mai sentito parlare della carambola? Si tratta di un frutto tropicale a forma di stella, prodotto da un albero sempreverde dello Sri Lanka, appartenente alla famiglia delle Oxalidaceae (si tratta dell’Averrhoa carambola). In lingua inglese, viene chiamato “star fruit”, proprio per la sua forma ovale a 5 punte.

Purtroppo, non è un frutto che possiamo reperire facilmente, ma sul mercato italiano è piuttosto diffusa la variante più dolce, soprattutto nel periodo natalizio, che viene esportata dalla Malaysia e usata in particolare a scopo puramente decorativo (… anche se si tratta di un vero spreco e adesso scoprirete il perché!).

carambola

Le caratteristiche di questo frutto a dir poco speciale

Solitamente, la carambola presenta un colore giallo-arancio e una polpa molto succosa e croccante, che ricorda tanto altri frutti tropicali, come ad esempio la papaya, la guava e l’ananas. Proprio grazie a queste caratteristiche e al suo profumo, si tratta di un frutto che, quando è maturo, ha un sapore a dir poco favoloso!

Lo star fruit è presente in due varietà: una dolce e una acida, dal gusto che può ricordare il limone.
Ogni frutto ha circa una decina di semi marroni racchiusi da uno strato di gelatina e di olio grasso. Da qui sorge spontanea una domanda… Come possiamo mangiare la carambola?

È possibile gustarla a crudo con buccia e semi (proprio come facciamo con gli altri frutti) oppure usarla per guarnire il gelato e per arricchire le macedonie, i centrifugati e i frullati di frutta. Per saperne di più su questo delizioso alimento, potete visitare la pagina sulla Carambola Fratelli Orsero, che vi proporrà tante curiosità, facendovi scoprire gli aspetti più importanti di questo frutto così particolare.

carambola

Proprietà nutrizionali e benefiche del frutto

Per finire il nostro viaggio alla scoperta della carambola, andiamo a parlare brevemente delle sue potenzialità a favore del nostro benessere e dei nutrienti che ci propone. In primo luogo, è utile sapere che è ricca di vitamina C, fenoli e flavonoidi, tutte sostanze che proteggono l’organismo dall’effetto dei radicali liberi, che rafforzano il sistema immunitario e che aiutano quindi a prevenire l’insorgenza di numerose malattie e di alcuni tumori.

Lo star fruit è anche carico di potassio e fibre, rivelandosi ottimo per garantire una corretta funzionalità cardiovascolare e muscolare. La carambola è inoltre apprezzata per le sue proprietà digestive (può avere un effetto lievemente lassativo) e diuretiche.

Grazie alle sue potenzialità, è usata persino per la produzione di alcuni farmaci per il trattamento di disturbi come tosse, nausea, cefalea e insonnia. In aggiunta, questo alimento propone un effetto antimicrobico ed è dunque utilizzato nel trattamento di infezioni da parte di batteri quali E.Coli, Klebsiella, Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa.

Ultimi accorgimenti e consigli

La carambola non è consigliata ai soggetti che risultano allergici alla fenilalanina, a causa della presenza di alte dosi di caramboxin (ovvero una sostanza molto simile alla fenilalanina per la sua struttura). Presenta inoltre modeste quantità di acido ossalico e per questo non è indicata per coloro che soffrono di patologie a carico del distretto renale (quali l’insufficienza renale, calcolosi renale o soggetti costretti a dialisi).

A parte questo, è possibile gustare la carambola in tutta la sua bontà e gioire appieno delle sue potenzialità da un punto di vista nutrizionale. Pertanto, assaggiatela al più presto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *